Reclami Bancari Finanziari e di Intermediazione Assicurativa

Gentile Cliente,

la nostra BCC ha una funzione dedicata ad accogliere e valutare i reclami promossi dalla clientela. Per reclamo si intende ogni atto con cui un cliente (oppure il legale o l’associazione dei consumatori che lo rappresenta) chiaramente identificabile, contesta in forma scritta (ad esempio lettera, mail, posta elettronica certificata) alla Banca un comportamento o un’omissione. Il cliente che ritiene di non aver trovato adeguata soddisfazione alle proprie esigenze, presso le Filiali o qualsiasi altra unità operativa della Banca, può avanzare formale reclamo:

- Mediante consegna in filiale o invio di comunicazione scritta indirizzata a: Ufficio Reclami della banca (Banca di Credito Cooperativo del   Basso Sebino - Societa' Cooperativa - Via Calepio 8 - 25031 - CAPRIOLO (BS)

- Mediante mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Mediante posta elettronica certificata all'indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

Il modello per la presentazione di un reclamo è disponibile nell'area reclami e risoluzioni controversie  

L’Ufficio Reclami provvederà a fornire al cliente una tempestiva comunicazione circa l’avvenuta ricezione del reclamo.

Dal 1° ottobre 2020 sono entrate in vigore le nuove disposizioni, emanate dalla Banca d’Italia e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, con cui sono stati modificati i termini entro cui la Banca deve fornire risposta ai reclami che hanno ad oggetto servizi bancari e finanziari.

Pertanto per tutti i reclami che saranno ricevuti dalla Banca a decorrere dal 1° ottobre in materia di servizi bancari e finanziari, la Banca risponderà entro il termine massimo di 60 giorni (anziché il previgente termine di 30 giorni).

Il termine di risposta è ridotto a 15 giorni lavorativi se il reclamo ha ad oggetto servizi di pagamento PSD2 (come, ad esempio, bonifici, addebiti Sepa Direct Debit, addebiti su carte di debito e carte di credito). Con riferimento a tali servizi, se, in situazioni eccezionali, la Banca non può rispondere entro i 15 giorni lavorativi, invia una risposta interlocutoria, indicando le ragioni del ritardo e specificando il termine entro il quale il Cliente otterrà una risposta definitiva. In ogni caso il termine per il riscontro definitivo non supera i 35 giorni lavorativi.

I termini sopra indicati si applicano anche se la contestazione ha ad oggetto fatti od omissioni della Banca verificatisi prima dal 1° ottobre 2020.

Resta in ogni caso impregiudicato il diritto del Cliente che non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini predetti di rivolgersi all’ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO (ABF) secondo le modalità indicate sul sito o di attivare una procedura di mediazione oppure all’ARBITRO PER LE CONTROVERSIE FINANZIARIE (ACF) secondo le modalità indicate sul sito.

Riferimenti:

ABF: www.arbitrobancariofinanziario.it;

ACF: www.acf.consob.it;

CONCILIATORE BANCARIO FINANZIARIO: www.conciliatorebancario.it;

Banca d'Italia: www.bancaditalia.it;

Ad altro organismo specializzato iscritto nell’apposito registro tenuto dal Ministero della Giustizia, elenco disponibile sul sito www.giustizia.it.

Per quanto riguarda i reclami inerenti l’intermediazione assicurativa il tempo di risposta è di 45 giorni dalla data di ricezione. Nel caso in cui il Cliente non dovesse ritenersi soddisfatto della risposta pervenuta dalla Banca, ha diritto di ricorrere a qualunque forma di risoluzione giudiziale o stragiudiziale della controversia.

-Alle COMPAGNIE ASSICURATIVE - per quanto concerne la gestione del rapporto contrattuale, l’effettività della prestazione, la quantificazione ed erogazione delle somme dovute.

- All’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni; le informazioni relative alle modalità di presentazione di un reclamo all’IVASS, e la relativa modulistica, sono disponibili su www.ivass.it. Restano esclusi dalla competenza dell’Ivass, le controversie in materia di distribuzione di prodotti finanziari emessi da imprese di assicurazione (polizze ramo III e V), per le quali vale invece la competenza in materia di servizi e attività di investimento.

-Ad altro organismo specializzato iscritto nell’apposito registro tenuto dal Ministero della Giustizia, elenco disponibile sul sito www.giustizia.it

 

La documentazione a supporto è disponibile nella sezione TRASPARENZA / RECLAMI E RISOLUZIONE CONTROVERSIE.